Perché utilizzare lo zenzero?

Lo zenzero è la radice o rizoma di una pianta, Zingiber officinale, molto utilizzata in Asia, India, Cina.

In cucina viene utilizzato come spezia e più in generale come aromatizzante. Come alimento si trova fresco oppure essiccato, in pezzi o in polvere. Quello fresco si acquista presso alcuni fruttivendoli o nei negozi di alimentazione naturale.

Come tale possiede proprietà benefiche per la digestione. Stimola la secrezione enzimatica, aumenta la peristalsi intestinale, favorisce il riequilibrio della flora batterica intestinale, accresce le secrezioni salivari e biliari.

Le applicazioni più note e documentate dello zenzero, come estratto secco, riguardano invece i suoi effetti anti nausea e vomito.

Viene utilizzato per attenuare questi sintomi in chi soffre di mal d’auto o mal di mare. Uno studio condotto su un centinaio di marinai che soffrivano di mal di mare, ha dimostrato che l’assunzione di estratto secco di zenzero è stata efficace nel ridurre il vomito.

Nelle donne in gravidanza l’assunzione di 1 grammo di estratto secco di zenzero ha ridotto gli effetti di nausea e vomito. In questo caso il periodo di trattamento non può superare i 4 giorni ed è opportuno consultare i proprio medico prima di iniziare l’assunzione.

La medicina tradizionale cinese utilizza lo zenzero per ridurre l’infiammazione in caso di osteoartrite. Uno studio ha valutato il suo effetto sull’osteoartrite del ginocchio. Le persone che hanno assunto 250 mg di estratto secco, 4 volte al giorno per alcune settimane, hanno avuto un abbassamento della soglia del dolore ed hanno utilizzato un quantitativo inferiore di antidolorifici.

Attenzione se state assumendo i seguenti farmaci e volete iniziare ad utilizzare lo zenzero:
-warfarina, coumadin, aspirina, in questo caso lo zenzero potrebbe aumentare il rischio di emorragie
-farmaci per pazienti diabetici, l’assunzione contemporanea di zenzero potrebbe diminuire la glicemia con conseguente ipoglicemia
-farmaci per l’ipertensione, lo zenzero potrebbe portare ad ipertensione o frequenza cardiaca irregolare

Buona nutrizione a tutti!
Edoardo

Aggiungi commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *