Farmaci antiacidi gonfiori addominali

Farmaci antiacidi e gonfiori addominali

L’omeprazolo, il lansoprazolo, l’esomeprazolo sono fra i farmaci antiacidi (o inibitori di pompa) più usati per ulcere, gastriti e reflusso gastroesofageo, spesso sono anche causa di gonfiori addominali.

Cosa sono i farmaci antiacidi

Sono tra i medicinali più prescritti in Italia secondo quanto riferisce l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), ma un italiano su 2 li usa quando non dovrebbe.

Sono efficaci e il loro utilizzo ha reso curabili patologie difficili come le ulcere, ma il rischio di sovradosaggio è in agguato.

Perché si utilizzano gli antiacidi

Questi farmaci sono prescritti a pazienti con ulcere, gastriti e reflusso gastroesofageo ma anche ai pazienti in trattamento con:

  • aspirina, ketoprofene, ibuprofene ed altri farmaci similari
  • cortisonici
  • farmaci anti-aggreganti

questi pazienti richiedono un trattamento a lungo termine con gli antiacidi per ridurre il rischio di emorragie gastrointestinali.

Tuttavia, per il fatto che sono generalmente ben tollerati, l’omeprazolo, il lansoprazolo, l’esomeprazolo vengono sempre più spesso prescritti per sintomi gastrointestinali banali e senza indicazioni.

In ogni caso, anche chi li assume per un motivo valido, dovrebbe essere rivalutato periodicamente dal proprio medico curante.

Effetti di un uso prolungato degli antiacidi

Per sottolineare come un uso prolungato e non giustificato di farmaci antiacidi possa influire negativamente sul tuo stato di salute, mi collego a quelle che sono le conclusioni che ho estrapolato da un articolo pubblicato sul Canadian Medical Journal Association.

Queste conclusioni indicano come un uso prolungato degli inibitori di pompa protonica risulta correlato a:

  • un aumento delle fratture osteoporotiche
  • un aumento delle infezioni da clostridium difficile, un batterio cattivo
  • una riduzione dei livelli di magnesio dosabile nel sangue
  • una riduzione di vitamina B12 dosabile nel sangue

Antiacidi e gonfiori addominali

Nell’introduzione ho parlato di omeprazolo, lansoprazolo, esomeprazolo come causa di gonfiori addominali, perché?

Il motivo è semplice e fisiologico, ed in questo caso riguarda le modalità di funzionamento del tuo stomaco.

Questi farmaci hanno l’obiettivo di portare ad una minore produzione di succo gastrico nel tuo stomaco.

Per questo motivo c’è un’elevata possibilità che tu digerisca con estrema difficoltà:

  • carne
  • uova
  • pesce

questo comporta problemi di:

  • gonfiori
  • eruttazioni
  • pesantezza

In più, dietro l’angolo, c’è il rischio di creare disbiosi ed ulteriori gonfiori a livello intestinale perché le proteine arriveranno all’intestino poco digerite, in termini più semplici poco spappolate.

Un altro effetto potrà essere una sovra crescita di batteri cattivi, che arrivano direttamente con il cibo e dall’ambiente esterno, che non sono stati preventivamente distrutti dal tuo stomaco perché produce poco acido cloridrico.

Alimentazione, antiacidi e gonfiori addominali

Probabilmente assumi farmaci antiacidi perché soffri di:

  • ulcera
  • gastrite
  • reflusso gastroesofageo

o per proteggerti dagli effetti di altri farmaci.

In questi due casi potresti avere problemi di gonfiori addominali ma per aiutarti a combatterli c’è un rimedio naturale: una corretta alimentazione.

Lascia stare tutto quello che hai letto in cui ti suggeriscono di non mangiare:

  • cioccolata
  • alimenti piccanti
  • grassi

non corrisponde al vero.

Ecco una breve lista di alimenti che porteranno sicuramente un beneficio ai tuoi gonfiori addominali

  • pesce
  • grassi: olio extravergine, frutta secca, cocco, cioccolata …
  • frutta fresca
  • verdura fresca
  • cereali non raffinati

Questa è solo una lista generale, sarà necessario avere tante altre informazioni sulla tua situazione e sulle tue abitudini alimentari per capire come poter utilizzare al meglio, nell’arco della giornata, questi alimenti.

Se ti interessa capirne di più puoi contattarmi per WhatsApp al 339 7782538 o anche per telefono fissando un consulto telefonico gratuito cliccando su questo link

Buona nutrizione a tutte

Edoardo

Aggiungi commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *